domenica 24 maggio 2015

Maratoneta

Sono reduce da un bel settimanone. Ho dato un esonero, presentato un progetto, lavorato (bis), macinato i soliti chilometri avanti e indietro per la regione, discusso discusso discusso, e dopo tanto socializzato un po' con i miei amici.
Oggi ho fatto un giro di shopping con una mia compagna di corso, una delle persone margherita di cui vi parlavo qualche post fa. Allegra e napoletana doc, è la persona adatta con cui ritrovare il sorriso e ridere fino alle lacrime. 
Vi ho già accennato di Gigante, il mio amico orso buono. Forse non vi ho detto che ci conosciamo da più di dieci anni, e che mi ha letteralmente vista crescere (non più di una manciata di cm, però), e che è una specie di teutonico e nerboruto Giacomo Casanova dei nostri tempi. La nostra amicizia si è sempre basata su un semplice principio: io sono il suo Grillo Parlante, lui una specie di fratello maggiore misto ad un life coach misto alla personificazione del mio Es. Io sono un tempio, terra santa e incontaminabile, lui risorsa infinita di buon umore e stimoli positivi. Ce la intendiamo particolarmente per la nostra passione comune per il cinema, che ci porta spessissimo al cinema insieme e a delle conversazioni infinite sui film che vediamo.
Mercoledì, per esempio, siamo andati a vedere Mad Max, Fury Road. Ho letto dopo che ha ricevuto enormi consensi dalla critica: sarò io profana ma, a parte gli spettacolari effetti speciali, non è che mi sia rimasto particolarmente impresso (degno di nota, però, il chitarrista metal che suonava bendato sul tettuccio di un camion).Voi che ne pensate?
Parlare con Gigante mi piace perché non siamo mai d'accordo su nulla, ci contraddiciamo in continuazione, ma è anche spassoso interagire con lui, che non è mai banale né superficiale nelle proprie opinioni. Mi piace essere sua amica perché nonostante non sia mai serio, sa osservare il mondo in profondità.
In uno dei suoi rari momenti di serietà, mi ha dato una bella lezione l'altra sera. Mi ha detto che da quando ero una piccolina di quattordici anni (lui ne aveva diciassette)
mi ha vista prendere affrontare la vita con fermezza, prendere decisioni difficili incurante delle conseguenze e diventare una donna ancora più forte e indipendente. Ma allo stesso tempo mi ha detto che per chi non è forte come me comportarsi allo stesso modo è difficilissimo, quasi impossibile, e io forse non me ne rendo abbastanza conto.
A volte credo di essere troppo severa con gli altri, soprattutto con le persone che amo di più. Però non è semplice rallentare il passo, come dice Gigante, e ogni tanto mi chiedo anche se sia proprio giusto farlo. Ecco, forse devo ancora imparare a capire dove inizia il compromesso e dove finisci tu.

16 commenti:

Federica ha detto...

se capisci come si fa per favore dimmelo!!!!

Francesco ha detto...

insomma, esiste l'amicizia tra uomo e donna !

G ha detto...

Ne dubitavi, Fra?

G ha detto...

Semmai l'epifania arriverà, scriverò un trattato!

MikiMoz ha detto...

No, non credo all'amicizia tra uomo e donna XD
Comunque, vedo che hai una vita movimentata e soddisfacente, bello^^
Quanto al film, ancora non lo vedo ma credo sia stato osannato per il ritorno a film fatti in modo... duro&puro.

Moz-

G ha detto...

In realtà vado a periodi, Moz! Alterno momenti di calma piatta (sempre relativa)a momenti in cui casa mia diventa un hotel! :-)
Se ti capita di vederlo fammi sapere che ne pensi! :-)
Come, non ci credi? Io e Gigante abbiamo resistito per un decennio!

Nella Crosiglia ha detto...

Non devi imparare niente bella G cara, sei bella proprio perchè sei così, con la tua vita così piena di tante cose, con le amicizie vere che sono rare e importantissime, con la tua positività e solarità..
Altrimenti che ti adoro a fare?

G ha detto...

Vorrei solo non essere così inaccessibile agli altri, a volte, e un po' meno esigente... Però non ho ben capito se è un bene rinunciare a ciò che vogliamo per non ferire gli altri!
sei sempre la mia mamma chioccia virtuale... Ti voglio bene Nella-bella :-)

Bridget Jones L'eleganzaDelRiccioBlog ha detto...

ultimamente anche io mi sento molto irrigidita e criticona, uff dov'è finita la mia leggerezza?:/ un po' mi manca

Alligatore ha detto...

Mad Max, Fury Road non l'ho ancora visto (e non so se lo vedrò), ma che la critica lo lodi troppo, sta a dimostrare sullo stato poco sano della critica filmica in Italia :)

G ha detto...

Dovremmo aggiungere un po' di burro alla ricetta, diventeremmo più soffici? :-)

G ha detto...

Io non mi sento un'esperta, ma credo di averne visti decisamente di migliori... L'ho trovato molto superficiale, come buona parte dei film con grandi effetti speciali!
Chapeau per uno degli attori, che sa interpretare il nevrotico in maniera magistrale...ma gli altri, mah... :-(

Phiiiibi. ha detto...

Ganzissimissima! :3

Francesco ha detto...

si, perchè per me non esiste

G ha detto...

Ahahahah grazie Phiii! :-)

G ha detto...

E con Gigante come la mettiamo? :-)