lunedì 13 febbraio 2012

Del Carnevale, nel presente, passato e futuro.

Questo che vedete qui sopra non è un costume di carnevale qualunque. E' un costume di carnevale normale. Ok, magari normale per il resto del mondo, atipico se si pensa che a 21 anni dovrò vestirmi così e librarmi su una pista da ballo con la grazia di Pumbaa, insieme all'amica Lullubells (vestita da Blues Brother, in coppia con l'altrettanto Blues Brother ragazzo) e all'amica Michi (alias Alice nel Paese delle meraviglie per una sera), e con tanto di alucce, calze verdi e coroncina. 
Che poi mi chiedo perché ogni volta che la suddetta amica mi invita a una festa, ciò implica che io debba travestirmi da qualcosa (a breve il resoconto della mia serata pin-up e notizie più precise sulla citata Lullubells).
Eppure, il costume da Winx (perché già so che nessuno capirà che sono vestita da fatina dei boschi, e mi chiederanno quale Winx interpreto) mi sembra mille volte più allettante di tutti i costumi propinatimi tra i 2 ei 10 anni.
Il primissimo ricordo del carnevale ce l'ho vestita da orso (perché poi fossi un orso rosso non s'è mai capito e mai si capirà. Va accettato come il teorema di Talete, per intenderci!).
Io vestita da orsorosso che lancio coriandoli, convinta che spargere al vento pallini di carta colorata, puntualmente appiccicandomeli addosso, sia la cosa più giusta e goduriosa del mondo.
Dopo qualche anno, il salto di qualità. I miei si danno all'entomologia, e mi ritrovo vestita da bruco. Ora figuratevi una piccoletta di 4 anni vestita con un modello tubolare cilindrico verde acido, con tanto di antennine, guantini neri e occhioni da maggiolone neri. Alla prima occasione mi rotolai in una pozzanghera di fango, con lo stesso ardore di un kamikaze che si immola per la patria. Ricordo il momento in slow motion: la pozzanghera di fronte a me, zozza e pastosa come non le ho più vestite, e io che mi lancio in avanti tipo Kevin Costner per proteggere Whitney in "The Bodyguard". Fui bravissima, e mamma dovette buttare il costume.
Poi, flash forward, e ci ritroviamo ai miei 7 anni. E lì hanno superato se stessi: il vestito da fata turchina. Voi vi chiederete che ha di tanto strano un vestito da fata. Ma io l'ho odiato. Con tutta me stessa. Perché? Perché dovevo inserire il cerchio nella gonna per farla sembrare più ampia possibile. Ma siccome il mio patrimonio genetico è stato costruito su una spessa base di goffagine, sono riuscita a rompermi il braccio inciampando nel cerchio. 
(Ovviamente nella categoria rientrano i vari costumi da: Biancaneve, Principessa Sissi, Damina).
Ora la faccenda si fa seria. Io e il vestito da fata ci squadriamo con sospetto, e tra l'altro evito accuratamente di farmi notare dai miei, visto che l'ho voluto fortemente, per salvarmi dalle loro alternative e improbabili scelte.
Pregna di significato la scena al negozio: mio padre tira fuori un vestito da Biancaneve, al cui confronto un chador è roba da pornostar ("Così stai bella coperta...fa freddo no!?") e mia mamma uno da suora, con tanto di rosario e santino.
Ecco. Poi dici che una cresce coi complessi.
 

9 commenti:

M. ha detto...

ahahahah "poi dici che una cresce coi complessi" e te credo! i miei genitori no, loro sono stati bravi, per evitarmi crisi esistenziali e confusioni sulla persona che sono, mi hanno fatto vestire tipo per 3 anni da strega, cambiando le cose eh, ma sempre strega ero. ora non farò pozioni ma qualche malocchio loo butto!
grazie per il commento sul mio blog, gentilissima!
JustM

ha detto...

Sei venuta su coerente almeno! Io comincio a pensare di essere quadripolare, sigh.
P.s. Grazie a te, piuttosto! E' sempre un piacere leggerti!

SunBrother ha detto...

xkè tu nn sai la mia vicenda...io ho passato la mia infanzia ogni anno a interpretare un eroe o un persnaggio fantastico diverso ,dal classico arlecchino al re carolingio,al principe arabo,e ancora sandokan,d'artagnan,robin hood,topolino,zorro,pikachu,harry potter...però nn mi posso lamentare,visto ke nella la maggior parte dei casi la libertà di scelta la avevo...e per i diciott'anni il top:principe naveen de la principessa e il ranocchio!!!salute alla mitomania!XD

ha detto...

Premesso che SunBrother è un'invenzione ipermegasuperuberstrafica...VOGLIO LE FOTO. NOW.
Your MoonSister.

SunBrother ha detto...

ahahah!!!graie...lo sai ke sunbrother c'è sempre pee te ;-) cmq le foto te le mostro quando vuoi,ma ti avviso:alcune sn traumatike!!!XD

ha detto...

Sopporterò con orgoglio!

Ludovica ha detto...

Ahahahahahahahahaah!! GENIALE!! :*****************************************************************************

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

Quella dell'orso rosso mi sembra un'idea carina e tenera. Sicuramente molto meglio del mio nipotino in versione "sorcio style"!

ha detto...

@Jane
Sì ma il rosso mi ha segnato profondamente... altro che Dario Argento!