domenica 7 giugno 2015

Di biscotti, esami e terremoti

 Allora, da dove riprendere ad aggiornarvi? Cominciamo dal principio e poi, come al solito divaghiamo.
Sarò ripetitiva, l'avrete letto in un sacco di blog e voi stessi ne avrete parlato, ma visto che è il mio blog è pure giusto che vi offra un mio punto di vista sull'argomento, no? No?!
Ebbene sì, parlo della questione dei biscotti, che ci ha fatto improvvisare James Gosling per un giorno (nel migliore dei casi). G, per antonomasia, era all'oscuro della faccenda fino a tre giorni prima della scadenza. Non so bene perché: ci ho pensato su e sono giunta alla conclusione che molto probabilmente io vivo in un'altra dimensione, una specie di dimensione parallela fatta di esami, tragedie da studiare e lavoro.
Fatto sta che, non appena appresa la cosa, G si è rimboccata le maniche e come una provetta Benedetta Parodi ha sfornato i famigerati biscotti (in una tempestosa nottata di pioggia, tanto per). Da notare lo scambio di battute tra me e mio papà:
-Papà, se non faccio questa cosa rischio fino a 120.000 euro di multa.-
-...il passamontagna è nello stanzino. Vedi un po' te.-

Altro avvenimento degno di nota? Le mie pesti anglofile hanno fatto l'esame del Trinity. Ho aspettato e patito con loro in quel corridoio per ben tre ore, come un papà in sala d'attesa mentre la moglie sta partorendo. Ogni volta che uno spariva dentro la stanza in cui avevo fatto accomodare l'esaminatrice (un'arzilla signora scozzese di mezz'età), stritolavo l'altro che ne usciva in un abbraccio soffocante. Insomma, alla fine quasi erano loro a tranquillizzare me. Non che non avessi fiducia nelle loro capacità o nel mio lavoro, ma la mia responsabile mi aveva messo addosso una fifa blu, adducendo come scusa il fatto che gli esaminatori sono severissimi ed esigentissimi. Considerando che si è meravigliata dicendomi che non capita mai che tutti i bambini vengano promossi, ora la so lunga.

La conferenza in Inghilterra si sta avvicinando sempre di più! Cresce l'impazienza e anche la fifa, ma non ho ancora realizzato al 100 per cento che sto per parteciparvi. Forse perché ancora devo scrivere il discorso, preparare le slide, pensare al vestito per l'opening ceremony, e fare mille altre cose prima della partenza! So solo che, data l'esperienza dei seminari organizzati quest'anno per il corso di lingua inglese, probabilmente scaverò dei solchi sul palco a forza di fare avanti e indietro e che indosserò la mia camicia a fiori portafortuna. E' già un buon inizio, no?

Sono stata al cinema a vedere San Andreas con Gigante. Lo so, non è affatto un capolavoro, ma io ho il debole per i film di azione apolattici. Non solo perché gli effetti speciali usati sono sempre realistici, ma perché mi piace pensare che in certe situazioni diamo il meglio di noi (a parte che in questo film The Rock, in pratica, dà il meglio di sé guidando ogni mezzo di trasporto inventato dall'uomo e prendendo a spallate una porta, sott'acqua, riuscendo a scardinarla). 
Non so se conoscete The Road di Cormac McCarthy (l'autore di Non è un paese per vecchi, per intenderci): nel suo mondo post apocallitco l'uomo si trova faccia a faccia con la propria essenza. Sei buono? Sei malvagio? O sei una via di mezzo? A cosa ti spingeresti pur di garantire la tua sopravvivenza, o quella di coloro che ami? 
Ecco, i film apocalittici (per quanto San Andreas è un'americanata bella e buona) mi piacciono perché in buona misura hanno a che fare con queste domande, le cui risposte non sempre sono scontate.
Vi lascio lo screenshot di una mia conversazione con Gigante sull'argomento.

Un abbraccio indaffarato
G

20 commenti:

Alligatore ha detto...

Biscottini sfornati pure da me (o cuchi, che cantano d'estate), ma quel film l'ho saltato a pie pari (troppa fifa dei terremoti).

G ha detto...

Effettivamente era abbastanza terrificante, considerando che il terremoto è qualcosa di assolutamente incontrollabile per l'uomo!

Francesco ha detto...

Gigante senza fidanzato ?

G ha detto...

Non ho ben capito la domanda, mi lancio su un'interpretazione: sì, solo con Gigante! :-) per noi è un po' un rito! E Tegolino, purtroppo, non abita nella mia città, quindi è più difficile uscire appena se ne ha voglia :-)
Ho azzeccato??

Federica ha detto...

sono emozionata pure io per te per questa avventura inglese!

G ha detto...

Fede, vieni anche tu!!! :-)

MikiMoz ha detto...

Wao, alla fine ce l'han fatta gli studenti?
Altrimenti la scozzese la rimandiamo da dove è venuta!! XD

Moz-

G ha detto...

Ce l'hanno fatta alla grande! Sono così orgogliosa di loro! :-)
Povera Elizabeth...le hanno fatto mangiare gli spaghetti al sugo della mensa per pranzo!!!

minerva ha detto...

Io voglio, pretendo, esigo un tuo video, durante la conferenza, sappilo. E pure un resoconto dettagliato, che sarà fantozziano, me lo sento, perché sei come me e in qualunque cosa tu decida d'invischiarti so che ci sarà da divertirsi :)
Ma quando parti e dove vai, di preciso? Che io a Luglio sarò in vacanza studio in Inghilterra, magari da lì riuscirò a mandarti ancor più energia positiva
Baci
Minerva

G ha detto...

Hai ragione nel sospettare che combinerò una marea di disastri! Già il bagaglio a mano sarà tragico! Prometto che posterò, tecnologia permettendo, un video o un audio del misfatto! :-)
Sarò a Manchester, dici che i nostri pensieri arriveranno prima all' altra? :-) un abbraccio fortissimo, dolcezza!

Francesco ha detto...

hai azzeccato.... :-)

G ha detto...

Ahahah era la più probabile! ;-)

Bridget Jones L'eleganzaDelRiccioBlog ha detto...

malefici biscottini ma ce l'abbiamo fattaXD
Che figaaaata la conferenza, anche se l'idea di parlare al pubblico a me personalmente mette la stessa paura di vedere uno scarafaggio per intenderciXD
San Andreas? Ma io dove sono quando escono i nuovi film? ç_ç

G ha detto...

Sto ancora cercando una tattica per rilassarmi...anche se poi so che parto come un treno! :-)
Bi, te lo consiglio se ti piace il genere poco impegnativo! Un abbraccio!

Nella Crosiglia ha detto...

Tesoro non ho avuto tempo di leggere il post, ma un saluto volevo fartelo..Sai che ti voglio bene..
perdonami..
Concert's time!

Mariella ha detto...

Mai avuto dubbi. Sulle tue capacità e sul tuo impegno. E quasi ti vedo, mentre l'ansia per la giornata infinita, di avviluppa tutta.
Tutto bene, hai visto?
Per quel che riguarda il film, se non sbaglio parla di terremoto. Esperienza che ho impressa sulla pelle.
Per cui, no grazie.
Ti abbraccio dolce G.

G ha detto...

Non ho nulla da perdonarti, Nellabella! :-) ti voglio bene!

G ha detto...

Grazie di aver creduto in me, Mari, quando io qualche dubbio lo avevo e non riuscivo a darmi pace! :-)
Se si ha un brutto ricordo del terremoto, non è proprio il film adatto..davvero troppo realistico!
Ti abbraccio forte forte!

Phiiiibi. ha detto...

Eh ç_ç

G ha detto...

Ahahah sei un cartone animato, Phiii!