martedì 30 giugno 2015

G nel Paese delle Meraviglie

La O del LOVE Monument di Spinola Bay
Ultimamente, sul mio blog e su altri, si parla spesso di amicizia tra uomo e donna. Io ho sempre difeso a spada tratta la cosa, perché ho sempre avuto più amici ragazzi che ragazze.
In effetti il mio ruolo è sempre stato costante, in ogni tipo di relazione. G La Saggia. G Il Grillo Parlante. G L'Amica di cui fidarsi. G il Genio. E così via, per intenderci. Non sono mai stata G la Bella, G la Sexy o G l'Anima della Festa. Che detto così, sembra una linea di Barbie. Con la scusa del mio metro e (h)ottantavogliadicrescere, del mio viso da bambina, del fatto che io sia così, timida e discreta, sono sempre stata una specie di consultorio ambulante. Avevi un problema? Chiama G, tanto lei è saggia.
Insomma, forse è per questo che ho avuto tanti amici uomini. Ero sempre lì a consigliarli su cosa fare o dire con la ragazza di turno e loro, in cambio, mi trattavano un po' come una sorellina, una bambolina di porcellana da proteggere da tutto e tutti.
Non mi è mai capitato di dover rifiutare apertamente un amico. Ne ho avuto uno che il sabato attraversava la regione per venire nella mia città e uscire con un suo amico, nella speranza di incontrarmi. Ma questo l'ho saputo molto dopo, e l'imbarazzo di rifiutarlo mi fu risparmiato dal fatto che all'epoca stavo insieme all'Indeciso.
Poi, pochi giorni fa, per la prima volta mi sono trovata in difficoltà. Non si dovrebbero dare i numeri per un bacio rubato, credo. Ma fino a che punto poi si può parlare di amicizia? Certi confini sono abbastanza netti e certi gesti hanno sempre delle implicazioni; è impossibile chiudersi gli occhi e sminuirli. Stanno sempre lì.
Insomma, una crisi epica, che si è risolta con un'ammissione di colpa e lui che si profondeva in scuse, dicendo che era stato uno scherzo; uno scherzo, magari sì, ho ragione, di cattivo gusto, che ha però dimostrato che sì, lui è in una zona d'ombra con me, che qualcosina sotto bolle in pentola, ma di non preoccuparmi, perché vuole che tra me e Tegolino tutto vada bene, perché siamo amici e stiamo bene insieme.
Tegolino mi ha dimostrato di essere più saggio di me, a volte, e l'ha presa con filosofia. Io, invece, con la mia incrollabile fiducia nella vita e nel mondo, ogni tanto inciampo e mi dispero, soprattutto quando Gigante mi chiama G Nel Paese delle Meraviglie e si meraviglia di come possa essere tanto intelligente eppure tanto fessa in queste cose.
Ma a questo punto devo riconsiderare la mia posizione? Dove inizia e finisce l'amicizia? Quanto è grande questa zona d'ombra? Ci si può fidare? Io sono geneticamente programmata per ridere e voler bene a tutti, specialmente a coloro che mi fanno ridere e stare bene. Ma non credo, poi, che sia sempre così saggio. Probabilmente solo il tempo saprà, non mi dispero più.
Domani saranno due anni che sono tornata da Malta. Mi manca moltissimo, come se un pezzo del mio cuore lo avessi lasciato lì, vicino al LOVE Monument di Spinola Bay. 
Vi abbraccio!
G


16 commenti:

Patalice ha detto...

sai che per me è molto simile?
io ho amici maschi che adoro e che tengo strettissimi, perché con le donne ho smepre faticato di più...
ma se Brivido dovesse avere un'amica femmina non la vivrei proprio stra bene!

G ha detto...

Io ho conosciuto Tegolino che era circondato di amiche, e anche ora credo non avrei nessun tipo di problema... Sono molto per il vivi e lascia vivere! :-) e come te questo amico non voglio perderlo, nonostante tutto!

MikiMoz ha detto...

Io ho pochissime amiche donne, non so, non mi ci trovo quasi mai al 100%.
In ogni caso, la situazione in cui ti trovi è particolare... la zona d'ombra non resta mai sempre tale, quindi presta attenzione :)

Moz-

G ha detto...

Ci andrò in punta di piedi, grazie Mozzino :-)
Oggi ti ho pensato, la mia vicina ha fatto gli aerosticini :-D

Bridget Jones L'eleganzaDelRiccioBlog ha detto...

Io invece mi sono sempre trovata molto bene con gli amici maschi, o anche sul luogo di lavoro perchè sono molto maschiaccio io per certi versi XD Però immagino quanto sia imbarazzante una situazione del genere, ma basta essere se stessi e con gentilezza e tatto spiegare le motivazioni per uscire dall'impasse:)

G ha detto...

Tu? Un maschiaccio?? Non ci credo!!! :-)

Mariella ha detto...

Nel caso che ti sta attraversando, credo ci sia poco da fare... non c'è rimedio se non l'allontanamento radicale.
Per quel che mi riguarda credo e continuerò a credere nell'amicizia tra uomo e donna. Ma i confini devono essere invalicabili e chiari fin dall'inizio. Ho passato periodi meravigliosi con il mio migliore amico durante i primi anni a Milano. E ho avuto amici maschi che mi hanno trattato con dignità e amicizia senza secondi fini. Ancora oggi è un piacere il confronto e la comunione che ho con i miei amici. Ma le amiche, beh quelle sono un'altra cosa. Basta un solo sguardo e ci comprendiamo all'istante.
Ci sono state anche situazioni di competizione che hanno lasciato i loro cadaveri attorno. Ma le amiche che ho sono poche e certe. Le mie rocce.

Infine ti dirò che mi è capitato di innamorarmi di un amico carissimo. Alla fine l'ho sposato...
Un bacio G dolce incanto.

Mariella ha detto...

Nel caso che ti sta attraversando, credo ci sia poco da fare... non c'è rimedio se non l'allontanamento radicale.
Per quel che mi riguarda credo e continuerò a credere nell'amicizia tra uomo e donna. Ma i confini devono essere invalicabili e chiari fin dall'inizio. Ho passato periodi meravigliosi con il mio migliore amico durante i primi anni a Milano. E ho avuto amici maschi che mi hanno trattato con dignità e amicizia senza secondi fini. Ancora oggi è un piacere il confronto e la comunione che ho con i miei amici. Ma le amiche, beh quelle sono un'altra cosa. Basta un solo sguardo e ci comprendiamo all'istante.
Ci sono state anche situazioni di competizione che hanno lasciato i loro cadaveri attorno. Ma le amiche che ho sono poche e certe. Le mie rocce.

Infine ti dirò che mi è capitato di innamorarmi di un amico carissimo. Alla fine l'ho sposato...
Un bacio G dolce incanto.

G ha detto...

Devo capire quale è il male minore, ma grazie del tuo prezioso consiglio Mari :-)
È vero, la lealtà e la genuinità dell' amicizia maschile è impareggiabile... Tra noi donne probabilmente è più facile capirsi e intuire a livello più profondo i sentimenti che proviamo, ma ho sperimentato che spesso la risonanza di certe sensazioni è così forte da renderci sorde e egoiste...
Sposare un amico carissimo... Bello, tenero e amorevole...
Un abbraccio forte forte, grazie per la tua dolcezza infinita Mari <3

Francesco ha detto...

e che cosa pensi io possa dire in questo frangente ?

G ha detto...

Sono indecisa tra:
"L'avevo detto, io!" e "Hai visto?!"
Ma almeno ti smentisce il fatto che non sia stato Gigante! ;)

Francesco ha detto...

Entro fine agosto ti mette una mano sul culo

G ha detto...

Entro fine agosto gli tatuerò 5 dita sulla faccia allora!

Federica ha detto...

io invece ho praticamente solo amiche femmine, fin dalle elementari... non saperi proprio cosa consigliarti

Francesco ha detto...

come potresti, se è gigante !

G ha detto...

Ma NON è Gigante, Fra! Si tratta di un altro mio amico!