martedì 28 aprile 2015

Money on my mind

Tutti chiamano a casa per sapere di me. Mamma mi fa le coccole. Papà che mi compra il gelato.
Niente.
L'influenza doveva arrivare prima o poi. 
E ha avuto un tempismo del piffero, davvero.
La settimana scorsa ho saltato il lavoro. 
Chissà le mie bestioline anglofile come se la caveranno all'esame? Ogni tanto mi prende il panico. E se li bocciano? E se si bloccano? 
Forse mamma e papà dovevano farmi con una faccia più alla Xena, di quelle che ti gelano e ti ispirano timore reverenziale, così si sarebbero abituati subito ad avere a che fare con qualcuno un po' meno somigliante ad Heidi. 
Invece i bambini mi dicono che devo vestirmi sempre "elegante", perché, un giorno che ho messo la felpa con Minnie disegnata sopra, all'uscita non riuscivano più a distinguermi tra tutti i bambini. 
Adesso che ho tagliato i capelli, effettivamente, sembro ancora più piccola. Ah, non ve lo avevo detto, ho 5 m di capelli in meno! Ho optato per un caschetto corto e detto addio ai chilometrici boccoli: mamma ha quasi avuto un colpo, e Gnappetta e Gigante scommettevano che non ne avrei avuto il coraggio. E invece li ho fregati, tiè!
Discorsi tricologici a parte, questo periodo è stato di grandi spese. Necessarie, ma non giuste.
Ho sempre avuto la possibilità di studiare tranquilla grazie ai finanziamenti delle borse di studio, mentre per il trasporto pubblico c'è sempre stata l'opzione delle agevolazioni tariffarie per reddito, destinate a chi non avesse superato i trent'anni.
Ecco, per due anni la cosa ha funzionato al meglio. Invece, quest'anno, hanno esteso le agevolazioni a tutti quelli che hanno un reddito fino a 23.000 euro, abbassando la riduzione massima al solo 50% (mentre gli anni passati io raggiungevo il 90%) . Sostanzialmente, si ha una riduzione del 30% se si è sotto i 23mila; poi, se si è sotto i 10mila ci si aggiunge un 20%.
Ora, parliamone. Per una famiglia come la mia, che è di molto sotto i 10mila, pagare l'abbonamento annuale 350euro, quando per due anni lo si è sempre pagato 68, è un po' uno scherzo di cattivo gusto. Soprattutto perché si mettono quasi sullo stesso piano famiglie che raggiungono più di 20mila euro l'anno (che, a mio modesto parere, cominciano ad essere più che abbastanza per sostenere determinate spese) con altre per cui 350 euro sono una mattonata in testa. Inoltre, data la celere, industriosa laboriosità degli uffici CAF ed Inps italiani, la mia richiesta ISEE (necessaria a fare richiesta) è stata elaborata in quasi 30 gg lavorativi. Aggiungendoci l'attesa per la conferma da parte della Regione, con la quale posso acquistare l'abbonamento... Praticamente ho speso 110 euro per l'abbonamento mensile di aprile, senza il quale sarei stata una viaggiatrice morosa (ironico, poi, pagare un servizio pressocché inesistente, con mezzi datati in cui piove dentro e che si incendiano un giorno sì e l'altro pure). Totale? 
Quando finalmente acquisterò l'abbonamento, l'avrò comunque pagato quasi per intero.
E io mi chiedo: ma dove sta il mio diritto allo studio? E dove stanno qui le agevolazioni finanziarie? 

13 commenti:

Francesco ha detto...

ma quanto ti manca alla laurea? mica l'ho capito sai ?

Mariella ha detto...

Ma noi viviamo nel paese che ci riempie di belle parole mentre ci svuota le tasche.
Forza G. laurea e specialistica e poi via lontano!

Mariella ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
G ha detto...

Quanto è vero Mari! :-(
Ops, forse mi sono spiegata male, sto finendo la specialistica ora!

G ha detto...

Fra mi hai fatto troppo ridere! :-)
A Settembre finisco tutti gli esami, a Luglio 2016 mi laureo e finisco la specialistica!

Bridget Jones L'eleganzaDelRiccioBlog ha detto...

è un casino,non si sa più da dove prendere i soldi quando basterebbe fare una seria lotta all'evasione fiscale e già avremmo risolto i nostri problemi :/

G ha detto...

Io non me me intendo molto, lo ammetto, però mi sembra che tutta questa situazione ha scatenato una specie di astio e di guerra tra poveri...
Poi c'è che noi non siamo coraggiosi abbastanza da opporci: ho proposto a tutti i miei colleghi pendolari di non comprare l'abbonamento di aprile, ma niente, mi hanno guardato tutti neanche fossi matta!

Nella Crosiglia ha detto...

Tesoro mio, se aspetti il perchè delle cose che abbiamo in Italia, non riesci a trovare il bandolo della matassa...Quibdi si vive con una sorta di rassegnazione che veramente ci sfibra in tutti sensi..
La mi piccina con i capelli corti..sono sicura sarai ancora più coccolosa anche con l'influenza del solito.. ed io ti invio sempre il solito bacione , bacilli compresi!

G ha detto...

È proprio triste rassegnarsi...
Grazie Nellina mamma chioccia, accetto di buon cuore le coccole e i bacilli! :-)

Federica ha detto...

la coperta è corta e invece di lavorare per allargarla sembra che stiano lavorando per lasciare che la gente si aggiusti!

#VisioneLungimerante

Indefinita ha detto...

Stessa situazione... sono passata da 68 euri annui a 108 mensili! :(....che amarezza!
In più ora l'isee si calcola in modo diverso, in base ai beni immobili, auto di proprietà, conti correnti, buoni, BOT, CCT, TNT, DVD, C.V.D.
Chi più ne ha più ne metta... la logica credo sia... hai mangiato pane e cipolla per una vita, mai una vacanza per assicurare qualche risparmio ai tuoi figli?!? e sti cavoli!!! ora li spendi per utilizzare un servizio disastroso come il trasporto pubblico!

G ha detto...

Ciao Indefinita e benvenuta nel mio angolino! :-)
Sì, hai ragione, le nuove modalità sono assurde...dicono che è perché ci sono stati tanti furbetti in passato, ma credo che la cosa si possa tradurre "non abbiamo mai fatto gli adeguati controlli"! Basti pensare che, nel piccolo, i controllori sulla mia linea (che è un'extra urbana, con tanto di autostrada) li ho visti un 5-6 volte in quasi 5 anni che viaggio!

G ha detto...

O i piedi o il busto fuori...in ogni caso, cominciano ad esserci troppi buchi anche nel mezzo!
Bacione Fede!